martedì 8 gennaio 2008

L'olio di ricino

La fonte di questo post è procaduceo.


L'uso tradizionale più noto è quello di lassativo, ma in realtà le proprietà di questa sostanza sono molteplici. La sua efficacia probabilmente è dovuta alla sua particolare composizione chimica.
L'olio di ricino, infatti, "è un trigliceride dell'acido ricinoleico", a cui si devono sue notevoli proprietà curative.
Gli studi hanno dimostrato che l'acido ricinoleico è efficace contro numerose specie di virus, batteri, lieviti e muffe. Ciò dovrebbe spiegare l'alto grado di successo nell'uso topico dell'olio nel trattare alcune infiammazioni e infezioni cutanee. "Di solito per queste malattie sulla zona coinvolta viene semplicemente fatto un impacco con un panno imbevuto di olio di ricino oppure, se la zona è molto piccola, può essere usato un cerotto imbevuto".


In medicina l'olio è aggiunto a prodotti per risanare i capelli (una parte di olio e 10 parti di alcool etilico), per trattare costipazioni, ulcere cutanee, alcune infezioni ginecologiche e irritazioni agli occhi. Ma, rispetto alle innumerevoli doti di quest'olio, in realtà le ricerche sono molto esigue. Perché? La risposta di Procaduceo è sorprendente:


Primo, è troppo semplice. Per la maggioranza delle persone è difficile
immaginare che una cosa così semplice come gli impacchi con l'olio di ricino
possano avere un profondo effetto su molti problemi di salute. Secondo, nel
nostro attuale sistema sanitario i risultati positivi da soli non costituiscono
un fattore importante nel determinare se un trattamento può essere accettato
dall'establishment medico. Molti ( forse eccetto il povero paziente) sembrano
oggi più preoccupati su come qualcosa si creda funzioni, piuttosto che se
funzioni realmente.




L'uso cosmetico, ad esempio, è semplicissimo: va massaggiato direttamente sulla pelle.
Per diverse condizioni menzionate più avanti, l'olio può essere semplicemente strofinato sulla pelle. Indicazioni per l'applicazione topica (sulla superficie della pelle)
Molto spesso non è necessario applicare impacchi di olio di ricino, si possono ottenere incredibili risultati anche con una semplice applicazione direttamente sulla pelle. La seguente è una lista parziale dei più comuni disturbi cui può porre rimedio: borsite, cheratosi cutanea, cisti sebacee,
distorsione dei legamenti, ferite, infezioni batteriche e da funghi, macchie "dell'età", prurito,
smagliature addominali, strappi muscolari...
Altri usi: fortifica i capelli e le ciglia (viene usato come mascara neutro, per esempio), cura le unghie. Può servire da struccante.

1 commento:

Suggerisci pure!