martedì 5 agosto 2008

Il punto della situazione

Circa un anno fa girovagando tra i blog sono venuta per la prima volta in contatto con il mondo dell'ecobio: dopo un iniziale momento di confusione mi sono data da fare per cambiare le cose a cominciare da casa mia, ho coinvolto diverse amiche nel "giro", mi sono documentata il più possibile (sempre laureata in lettere sooono)... Dopo un anno il risultato è il seguente:


1) lavatrice e bucato: avevo già abbandonato l'ammorbidente e non avevo mai usato igienizzanti e disinfettanti; ho aggiunto al posto dell'ammorbidente prima l'aceto bianco e poi l'acido citrico (100 gr sciolti in un lt d'acqua: ne bastano 100 ml a lavaggio); ho comprato il percarbonato da Officina Naturae (senza risultati evidenti, però); ho comprato il detersivo biologico (prima Ecor, ma costosetto... ora Scala versione bio, presto passerò al detersivo liquido sfuso).


2) pulizia della casa: aceto bianco in acqua per i pavimenti e per i vetri, soluzione di acido critrico come detergente universale, presto vorrei passare anche qua al prodotto sfuso. Per il bagno sono ancora del tutto "chimico-inquinante-nociva", ma presto mi rifornirò di qualcosa di migliore, vedrò per esempio se il detergente universale sfuso di cui sopra può andare bene.

Per quanto riguarda i prodotti "alla spina" potrete saperne di più leggendovi questo.

9 commenti:

  1. mi congratulo con te per la sfida che hai intrapreso, è difficile con tutti i detergenti inquinanti che ci sono in giro, il tuo blog è fonte di utilissime informazioni.
    a presto

    RispondiElimina
  2. L'idea mi piace molto;di recente,presso il Brico Center della mia città,è stato introdotto il detersivo "alla spina";vorrei provarlo,augurandomi che non sia scadente.Leggo con molto piacere il Suo blog,e mi congratulo per le produzioni cosmetiche,e mi chiedevo se le mettesse in vendita dato che,purtroppo,dalle mie parti è molto difficile reperire certi ingredienti.grazie e buona giornata

    RispondiElimina
  3. Cara Cristina, mi dispiace ma non vendo i miei prodotti, però negli indirizzi a fianco, sotto Ecoshopping, ci sono dei siti che offrono le materie prime e i prodotti a prezzi accettabili :)

    RispondiElimina
  4. ciao! sono alle prese con la tua stessa rivoluzione in casa mia e sono molto lieta di essermi imbattuta nel tuo blog!

    sono anche lieta di aver letto del percarbonato giusto prima di acquistarlo.

    domandina: dove si compra l'acido citrico? anch'io sono partita dall'aceto come ammorbidente ma mi han detto che rovina le guarnizioni della lavatrice e vorrei cambiare.

    grazie & ciao

    RispondiElimina
  5. ciao, io ho scoperto da poco questo:
    http://www.lavanoci.org/lavanocicontent.htm?/
    ne sono entusiasta.
    ciao

    RispondiElimina
  6. per il bagno:

    usato con grande successo e soddisfazione

    BICARBONATO - fare una pastina semidensa ed usarla con la spugna o mettere sulle superfici dei sanitari e strofinare con una spugnetta umida.. dare di gomito ed i risultati sono ottimi...

    per il calcare un panno di cotone imbevuto di aceto (preferibilmente bianco) da avvolgere sull'acciaio da lasciare per un po' (un'ora)

    ciao a tutti
    Giulia

    se vuoi scrivermi
    piccola_peste1900@libero.it

    RispondiElimina
  7. rieccomi. ogni tanto passo da te e leggo. l'acido citrico l'ho poi trovato, in farmacia.

    come detergente universale ho invece scoperto la soda solvay (niente a che vedere col bicarbonato), due cucchiaini sciolti in acqua calda messa in uno spruzzino da 750 ml fanno miracoli ovunque (bagno, forno, lavello, fornello e chi più ne ha più ne metta)

    ciao

    RispondiElimina
  8. ciao
    ho scovato ora il tuo blog e leggo questo tuo post molto interessante e che condivido appieno.
    Anch'io come te, sto pian pian sostituendo, quando è possibile, la quantità e la qualità dei detersivi. Per quanto riguarda l'acido citrico, che uso ormai da anni, mi produco un detergente per il bagno veramente buono. In una bottiglia spray verso metà contenuto di acido citrico in soluzione al 20%, dell'ammoniaca e un po di sapone per piatti per creare un po' effetto saponificante.
    Se ti va di provare.
    ciao
    Simonetta

    RispondiElimina
  9. Da alcune settimane su suggerimento di un'altra amica utilizzo aceto di vino bianco al posto dell'ammorbidente ma ho notato che il bucato risulta estremamente secco, quasi fosse di cartone.
    E'per via l'aceto o potrebbe essere colpa dell'acqua dura (e magari anche del clima caldo di questi ultimi giorni)? Comunque proverò con l'acido citrico (sarà meno aggressivo?)
    Grazie mille

    RispondiElimina

Suggerisci pure!