mercoledì 6 gennaio 2010

7 idee eco-cheap

L'idea più diffusa è che scegliere per il biologico o per l'eco-friendly sia necessariamente costoso, ma non è affatto così. Ci sono tanti modi poco costosi per cominciare a cambiare. Forse fa spavento pensare di rivoluzionare tutto dall'oggi al domani, ma un passo dopo l'altro si può e qualcosa è meglio che niente. 
Ecco qualche idea eco-cheap:


1) compra biologico nei farmer's markets: ormai ci sono dappertutto. Altrimenti vai direttamente nelle aziende agricole. Se ancora queste cose ti appaiono difficili vai alla Coop e compra la linea Vivi verde bio, biologica a prezzi abbordabili.

2) adotta sistemi di pulizia naturali: il semplice e poco costoso bicarbonato risolve molti problemi (bioingredienti)... del resto i detergenti biologici sono molto concentrati e durano tantissimo.

3) ricicla le buste di plastica (portandole da casa) o passa alle shopping-bags in stoffa. Quest'idea non solo non costa niente, ma fa risparmiare soldi...

4) coltiva qualcosa in vaso: comincia dalle spezie e poi avventurati con qualche ortaggio.

5) ricicla le miriadi di volantini e cataloghi pubblicitari che vengono depositati nella cassetta della posta. Come? Stendili sul piano dove prepari le pietanze quando pulisci o tagli le verdure e poi avvolgi gli scarti e butta tutto; impacchetta con più strati i cibi che porti agli amici per mantenere il calore...

6) usa la lavatrice alle basse temperature, non è detto che quelle alte siano sempre la soluzione migliore (leggi vivere verde su quest'argomento)

7) chiudi il rubinetto quando spazzoli i denti: risparmia l'acqua!


Devo l'ispirazione di questo post alla lettura di un sito interessante, Go green.
Ottime idee anche sul sito M'illumino di meno.


E voi che idee volete aggiungere al mio elenco?

4 commenti:

  1. Ciao, sono sempre io che "rompo".
    Io sono abbastanza ecologia ed anche biologica, come ti dicevo, utilizzo tutto completamente naturale per casa e persona e faccio parte di un GAS (gruppo di acquisto solidale), faccio raccolta differenziata, etc.etc.

    Ma ci sono due punti che non riesco a capire e credo che siano abbastanza inutile nel mio agire:
    1. I sacchetti di plastica: perché devo riutilizzarli per fare la spesa e non per gettare i rifiuti ?
    Che senso ha comprare i sacchetti per gettare i rifiuti se posso utilizzare quelli con cui ho fatto la spesa ? Me lo chiedo tutti i giorni...

    2. L'acqua. Se io non inquino l'acqua che uso perché ne dovrei usare poca quando vicino a casa mia c'è una fonte che sgorga continuamente acqua e che naturalmente non viene tutta raccolta ? L'acqua che io "sporco" può tornare alla terra senza fare danni...
    Se hai una risposta aiutami a risolvere questi due enigmi.

    Mi è piaciuto molto il punto 5). Io vorrei scrivere a tutti di non inviarmi più materiale pubblicitario ma non prendo mai il tempo per farlo...

    RispondiElimina
  2. @ alchemilla: sulle buste hai ragione, anch'io le uso come te, ma io mi riferivo a chi le getta senza utilizzarle... poi credo che molte di quelle per rifiuti siano di plastica riciclata e il loro costo è decisamente minore rispetto a quanto paghiamo le buste alla cassa; per l'acqua, io ne faccio solo una questione di autoeducazione. Lo so che l'acqua viene sprecata dovunque, ma da qualche parte si deve cominciare... un'ultima cosa: non rompi affatto!!!!

    RispondiElimina
  3. Oggi su mammafelice ho letto che lei utilizza questo metodo per lavare i pavimenti: acqua calda, aceto bianco e poche gocce di detersivo piatti. Proverò...

    RispondiElimina
  4. Tutti ottimi suggerimenti per cercare di migliorare la propria vita partendo dalle cose più semplici. Un'essenzialità in grado di divenire ricchezza nel momento in cui si iniziano a conoscere ed apprezzare alcune piccole cose.

    Ancora non coltivo in vaso e ai bio detergenti mi sto convertendo ora. Tutto il resto è già entrato a far parte del mio stile di vita e sono molto più felice di prima.

    Un'amica di recente mi ha insegnato come risparmiare gas facendo la pasta: basta spegnere il fuoco una volta che la pasta è stata buttata nell'acqua bollente e coprire la pentola. Dovremo attendere solo qualche minuto in più e la pasta sarà cotta ma con un consumo di gas inferiore.

    Davvero molto interessante questo progetto di informazione che sta portando avanti. Concreto e molto ben fatto, davvero complimenti!

    RispondiElimina

Suggerisci pure!