domenica 17 gennaio 2010

Beauty Vintage (1): il bagno

Oggi comincio una nuova rubrica... ho saputo che in una versione completamente diversa (in volume unico), è stata rieditata la mitica Enciclopedia della donna (ed. Fabbri), sulla quale da piccola ho ricalcato immagini, ho sognato, ho passato del tempo leggendo e rileggendo, informandomi, facendo ricerche anche per la scuola (ricerche vere, non copiaincolla). A chi non la conoscesse la presento in poche battute: si tratta di un'opera edita negli anni '60, in varie versioni, che tratta i più disparati argomenti (con ampio corredo di illustrazioni, schede e approfondimenti): cosmesi, cucina, galateo, arredamento, moda, biancheria per la casa, educazione dei figli, cultura generale...
Ebbene, in questa rubrica raccoglierò, come in un florilegio vintage, pagine e immagini, suggerimenti di cosmesi e altro dall'opera ormai fuori commercio.

Cominciamo con la prima puntata:

Il bagno

Siamo a pagina 38-39 del primo volume. L'argomento è il bagno e le sue proprietà curative.
-per acquistare vigore: acqua leggermente tiepida (non oltre i 35°, con 500 gr. di sale da cucina
-per favorire la distensione: acqua tiepida (35-37°), aggiungere olio essenziale di eucalipto o di pino
-per rinfrescare: acqua fredda (non oltre i 30°), breve, sconsigliato a chi soffre di artrite
-per combattere l'insonnia: acqua calda (al di sopra dei 37°), sconsigliato a chi soffre di disturbi cardiaci.
Accoppiare al bagno un massaggio per ravvivare la circolazione ed eliminare le cellule morte, con l'uso di striscia o guanto di crine o, se si preferisce, la spazzola adatta.
Se si ha la pelle secca, versare nell'acqua qualche goccia di olio emolliente; se si ha la pelle grassa sciogliere invece del bicarbonato (300 gr.) o sapone a scaglie; se si ha la pelle infiammata, porre sul fondo della vasca un sacchetto di tela di lino contenente 300 gr. di farina di mandorle (o di avena, aggiungo io).

8 commenti:

  1. Bello,bei tempi andati,quando le donne avevano un loro mondo, ora ce l'hanno quasi estirpato, facendoci somigliare troppo agli uomini, riprendiamocelo!
    ciao nik

    RispondiElimina
  2. @ annarita: sono contenta che ti piaccia, ci sono molte puntate in preparazione...
    @ pimpinella: approvo, è inutile quanto dannoso voler essere a tutti i costi uguali... noi siamo oggettivamente... superiori (scherzo!?)

    RispondiElimina
  3. Che idea più che bellissimissima! Grande!

    RispondiElimina
  4. Hai avuto davvero una bella idea con questa rubrica!! La seguirò con interesse :-).
    Chissà che bello che deve essere quel vecchio libro!!!
    Baci!!

    RispondiElimina
  5. @ hedysa: grazie, mi fa piacere aver fatto una cosa carina e forse... utile!
    @ Lady Veg: già, i vecchi volumi di quell'enciclopedia (ben 20) sono bellissimi, a tratti davvero demodè, ma in certi aspetti ancora interessanti e ricchi di consigli... e poi fanno un odore che mi riporta all'infanzia!

    RispondiElimina
  6. Quanto mi piacciono le enciclopedie vintage! Questa non la conoscevo, ma già da questa pagina invoglia senz'altro scoprire come è fatta per intero :)
    Bella idea questa della condivisione
    un caro saluto

    RispondiElimina
  7. @ anna drai: infatti mi sto accorgendo di aver incontrato i gusti di chi mi legge con questa semplice operazione di condivisione, spero che la Fabbri non mi denunci!!!!

    RispondiElimina

Suggerisci pure!