venerdì 12 febbraio 2010

Beauty Vintage (6): lo stile coloniale



Oggi si parla di Stile coloniale. L'Enciclopedia della donna affronta l'argomento con dovizia di particolari e numerose illustrazioni nel primo volume, alle pagine 185-187.

L'origine storica dello stile si colloca all'arrivo dei coloni europei in Nord America. Il viaggio danneggiò i mobili e così gli emigranti dovettero sostituirli riproducendoli con il legname che trovavavano in loco. Le due caratteristiche principali sono:
1) praticità: i mobili devono essere utili prima e oltre che belli
2) tono rustico: gli artigiani erano spesso improvvisati e così i primi esemplari mancavano di rifiniture perfette.
Bacchette sottili nelle sedie, bordi sagomati e guarnizioni color bronzo dorato sono le decorazioni più ricorrenti. I legni più usati la quercia, il rovere, il ciliegio e poi il mogano.
Nelle immagini si vedono:
- la camera da letto di una casa borghese, con letto decorato da baldacchino, sedia con alto schienale a bacchette sottili, cassettiera con decorazioni in bronzo (i cassetti sono molto diffusi in questo stile, per l'esigenza di praticità), tavolo con ali allungabili, tendine arricciate
-una grande cucina tipica di grandi dimensioni dato che vi si passava la maggior parte della giornata, con il tipico camino in pietra, le suppellettili di rame, peltro e legno, anche qui le tipiche sedie.

2 commenti:

  1. Cercavo proprio la definizione dello stile coloniale! Grazie mille per Lei ho capito bene^^
    ma dove si può trovare piu' immagini dello stile?

    RispondiElimina
  2. @ Hyegi: mi dispiace non ho altre immagini...

    RispondiElimina

Suggerisci pure!